IT: Nato in un periodo di naturale sbarbatezza, tra l’oziosità, l’asocialità e l’avarizia il 29 Dicembre a Torino.

Dopo una decina d’anni tutto divenne l’esatto opposto.

 

All’età di nove anni presi il mio primo brevetto di subacquea, che mi portò ad un lungo e travagliato viaggio della crescita personale. In pochi avevano provato l’emozione di conoscere il restate 71% della Terra, quindi decisi di far vedere una parte di esso, intrapresi, da lì a poco, uno dei miei più grandi difetti: creare ricordi tramite la fotografia.

Da quel momento iniziai un percorso con un indice di conoscenza personale quasi esponenziale. Iniziai ad appassionarmi di fotografia e all’età di 16 anni iniziai ad essere accreditato per più grandi eventi di Torino, dai Raduni delle forze dell’ordine, alle varie visite delle più alte cariche governative fino alla celebrazione dei 150 anni dell’Unità d’Italia. 

Iniziai il mio percorso da subacqueo, lungo e sempre in evoluzione. Cominciai ad appassionarmi di informatica, dalla programmazione alla tecnologia in generale.


Dopo aver concluso i miei studi superiori all’Istituto Tecnico per Geometri, provai ad entrare all’Istituto Europeo di Design (IED) per coltivare la mia passione della fotografia. 
Partecipai al concorso per la borsa di studio, portando un progetto si 50 anni dell’istituto, vincendola, ma non la sfruttai. Non era ancora arrivato il mio momento di chiudermi in un solo percorso formativo / professionale.

 

Per una serie di bizzarri e sfortunati eventi, mi ritrovo in camicia (ma senza cravatta) ad essere coinvolto in campi professionali diversi, una formazione multidisciplinare e con uno scopo ben definito (o forse solo per sembrare un eclettico, esteta e filantropo).

Gestisco come CEO e coordino il re-branding della più grande e longeva agenzia internazionale di fotografia nightlifeTilllate”.

Trasmetto, come istruttore subacqueo, quello che quel 71% di Terra non emersa mi trasmise nell'ormai lontano giorno di San Paolo del 2006. 

Per colpa della mia sete di conoscenza, coordino un team di studenti, dottorandi ed ex studenti del Politecnico di Torino, per un progetto imprenditoriale di sicurezza informatica per il quale sono l’ideatore e il detentore di due brevetti innovativi sulla protezione dei contenuti multimediali in rete.

Condisco la mia sete all’Università di Torino con, Scienze Politiche e Sociali e successivamente al Politecnico di Torino, con Ingegneria Gestionale dell’informazione

Infine con un estremo interesse insegno, all'Istituto Professionale Massaua di Torino, una scienza per la quale la conoscenza non è mai finita, come l’informatica.


Probabilmente la mia raffigurazione ideale sarebbe stata con camicia e pantaloni business, addosso una maschera e pinne da sub, una macchina fotografica al collo e in una mano un libro e nell’altra un iPad.

 

D’altronde, tu che stai leggendo, devi sapere una cosa:

I am always doing that which I cannot do, in order that I may learn how to do it.


EN: Born on the 29th of December in Turin in the ages of asocialism and laziness, but after ten years, everything became the opposite.

 

At 9 years old, I took my first scuba diving licence, which brought me to a long and troubled trip into my personal growth, between the fear of my first experiences in this sport and the feeling of luck to be among veteran scuba divers. Precisely because just few people felt the emotion to know how is the other 71% of the earth, the one under water, I decided to show it to others, and this took me to one of my best flaws: photography.

From that moment on, I started a journey with a personal knowledge index almost exponential. When I was 16, I started to be one of the most

credited photographers and I was able to work in the biggest events in Turin in that year, such as gathering of congressmen and celebrations, one of which for the 150th year from Italy’s unification.

Because I have always been a dynamic man and I like a good challenge, in the same years I started working also as swimming teacher and lifeguard. 

 

After graduating high school, I applied to the IED Institute (European Institute od Design) in order to cultivate my passion for photography. I applied for a scholarship, I got it, but I wasn’t able to actually benefit from it, because it wasn’t’ the right time for me to

be choosing just this one carrier.

 

Today, for a series of unfortunate and strange events, I am a suit-but no-tie man, with a clear (or not) purpose, who has his hands in business here and there. I work as a Chief Operating Officer for one the biggest night-life photography company, Tilllate. I still try to pass my passion for the underwater world by being a scuba diver Instructor and I teach computer science, one of my many passions, to kids who are very

different from me when I was a kid.

Today the main project sees me as the CEO of my own start-up company with a team of engineers, that focus on computer security, with 2 patents of security of multimedia online contents. I am still studying management engineering at the Politecnico of Turin, because I

think there is always room to grow. 

 

I will probably always see myself as a business man with a wetsuit, a camera in one

hand and an iPad in the other, and if you’re reading this you should know that

I am always doing that which I cannot do, in order that I may learn how to do it.